T3 Innovation, lanciata la piattaforma per il trasferimento tecnologico

Quattro project manager, venti innovation advisors specializzati sui temi dello sviluppo d’impresa, della valorizzazione della ricerca e della creazione di startup, strumenti avanzati di trasferimento tecnologico e un raggruppamento di imprese (Rti) con competenze consolidate nel panorama nazionale e internazionale: PwC Advisory SPA, Noovle, I3P, Reti e Fleurs International.

Questo “l’identikit” di T3 Innovation, nata dall’attuazione, da parte del Dipartimento Politiche di Sviluppo, Lavoro, Formazione e Ricerca regionale, della S3 (Smart Specialization Strategy) nell’ambito del Programma Fesr Basilicata 2014/2020.

La piattaforma è stata lanciata oggi, nell’Aula Magna del Campus universitario di Macchia Romana, a Potenza, nell’ambito delle “Giornate dell’Innovazione” promosse dal Dipartimento presidenza della Giunta della Regione Basilicata.

All’incontro hanno preso parte Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata, Aurelia Sole, rettrice dell’Università degli Studi della Basilicata, Roberto Cifarelli, assessore alle Politiche di sviluppo della Regione Basilicata. Sono intervenuti: Domenico Agnello, Director Innovation Government di PwC Italia e coordinatore di T3 Innovation; Massimo Micucci, Senior Advisor di Reti; Marco Cantamessa, professore di Gestione dell’Innovazione del Politecnico di Torino; Giorgia Abeltino, Director Public Policy Italy, Greece & Malta di Google e Director Public Policy Google Arts & Culture.

T3 Innovation opererà sul territorio nelle cinque aree di specializzazione intelligente definite dalla S3 (aerospazio, automotive, bioeconomia, energia, industria culturale e creativa), per essere il punto di riferimento di imprese, ricercatori e giovani startupper che, attraverso il trasferimento tecnologico, potranno produrre fattori di innovazione in grado di impattare sulla catena del valore e della conoscenza. L’obiettivo è, quindi, quello di favorire sia una maggiore competitività del tessuto produttivo che di strutturare un ecosistema dell’innovazione in Basilicata in grado di interagire in modo proficuo nel più ampio sistema internazionale.

L’innovation Hub è stato realizzato, in uno spazio di 300 metri quadrati all’interno del campus Unibas di Macchia Romana, un luogo ottimale e culturalmente stimolante nel quale gli innovation advisors si troveranno a dare attuazione ad un progetto ambizioso, proiettato a diventare best practice nel panorama nazionale e ponte di connessione con attori di primo rilievo a livello internazionale. Strutturato in linee di servizio prioritarie, T3 Innovation avrà tre tipologie target di utenti: le imprese del tessuto imprenditoriale lucano, il mondo della ricerca e i giovani startupper.

“Uno dei principali obiettivi del nostro Ateneo – ha affermato nel suo intervento introduttivo la rettrice dell’Unibas, Aurelia Sole – è il potenziamento dei servizi per l’innovazione e la ricerca. Abbiamo quindi sposato con entusiasmo la proposta di ospitare la T3 Innovation che troverà spazio nelle sedi di Potenza e di Matera. Un progetto che potrà colmare un vuoto importante e offrire un’opportunità in più ai nostri giovani e ai nostri studenti che avranno un nuovo motivo di attrazione per restare in Basilicata”, ha concluso la rettrice.

articolo di ufficio stampa Basilicata

Articolo creato 137

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto