Sharkoon BW9000-W

Acquistalo !

Sharkoon, nota azienda tedesca nata nel 2003 e conosciuta in tutto il mondo attraverso la commercializzazione di case, alimentatori e periferiche da gaming, ha recentemente lanciato sul mercato una interessante linea di mid tower con un costo piuttosto contenuto.

Sharkoon BW9000-W 1

Il prodotto in questione, denominato BW9000, è caratterizzato da un design molto elegante in grado di abbinarsi perfettamente a qualsiasi ambiente, sia di svago che lavorativo, e allo stesso tempo contenere configurazioni hardware professionali, siano esse specifiche per i videogiocatori che pensate per la produttività.

Per abbracciare una grande fetta di mercato, il marchio propone il nuovo case in due varianti, BW9000-W e BW9000-V.

La prima, oggetto della nostra recensione odierna, è dotata di pannello laterale con finestra in plexiglas ed è disponibile nella colorazione bianca o nera, mentre la seconda, ovvero con paratia sinistra completamente in acciaio, è acquistabile solo in versione nera.

Modello Sharkoon BW9000
Dimensioni (WxHxD) 480mm x 210mm x 490mm
Peso ~ 8kg
Materiali Plastica e acciaio
Alloggiamenti drive   5x 3,5/2,5″
3x 2,5″ (massimo 8)
2x 5,25″ (di cui uno con predisposizione esterna 3,5″)
Supporto mainboard ATX e inferiori
Lunghezza massima alimentatori 260mm
Altezza massima dissipatore 165mm
Dimensioni massime VGA 293/430mm
Ventole Frontale: 2 x 120/140mm (2 x 140mm in dotazione)
Posteriore: 1 x 120mm (in dotazione)
Top: 3 x 120 o 2 x 140mm (opzionali)
Porte I/O 2 x USB 3.0
2 x USB 2.0
Microfono e cuffie

Come possiamo notare dalla tabella relativa alle specifiche tecniche, su questo case non sono presenti particolari vincoli restrittivi per l’installazione di una configurazione anche di fascia alta, affiancata da un sistema di raffreddamento di buona qualità, grazie anche ad una struttura che sembra ben studiata.

1. Packaging & Bundle

A giudicare dalle foto presenti sul sito ufficiale Sharkoon, ci saremmo aspettati un’imponente confezione, ma ciò è stato smentito dall’arrivo in redazione di una scatola abbastanza compatta realizzata in cartone riciclabile e caratterizzata da stampe nere su sfondo bianco.

Sharkoon BW9000-W 1. Packaging & Bundle 1 

A conferma della versione presente al suo interno, su uno dei lati corti è presente un bollino nero accanto allo specifico part number.

Sharkoon BW9000-W 1. Packaging & Bundle 2 

Rimosso dalla confezione con estrema facilità, lo Sharkoon BW9000-W risulta protetto da due generosi gusci in polistirolo, da una busta in plastica e, sulla finestra in plexiglas, sia internamente che esternamente, da pellicole trasparenti.

L’imballaggio è quindi realizzato ottimamente con tutti i cavi fermati al telaio e la scatola degli accessori ben bloccata.

Sharkoon BW9000-W 1. Packaging & Bundle 3 

Il bundle consta di tutto il necessario per il montaggio del case, ovvero il classico manuale d’installazione, un nutrito numero di fascette e viti, un buzzer e, infine, un utile frame esterno da 5,25″ che funge da adattatore per card reader o fan controller da 3,5″,

2. Esterno

Tolti i veli, confermiamo quanto detto nella pagina precedente, ovvero che lo Sharkoon BW9000-W, con i suoi 480x210x490mm per 8kg di peso, è più piccolo rispetto di quanto si possa immaginare guardando le foto sul sito ufficiale.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 1  Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 2 

Il design è semplice ma assolutamente non banale, il che lo rende ideale per qualsiasi contesto arredativo.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 3 

Degna di nota la qualità dei materiali utilizzati, in larga parte acciaio e, solo in alcune zone, ABS come per il frontale.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 4 

Quest’ultimo presenta due inserti in plastica a protezione delle predisposizioni da 5,25″ nella parte alta, di cui uno sostituibile con il riduttore per periferiche da 3,5″ fornito in dotazione, ed il logo Sharkoon in basso.

L’elemento distintivo è dato però dalle griglie in mesh presenti sui lati, che percorrono il case per l’intera altezza.

Tale scelta non è solo un elemento di design ma consente alle ventole di pescare aria fresca dall’esterno.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 5  Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 6 

Rimosso il pannello frontale, possiamo accedere ad un generoso filtro antipolvere posto a protezione delle due unità da 140mm installate di serie.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 7 

Sul top del case, posizionate verso il fontale, sono situate due porte USB 3.0, due USB 2.0 e due ingressi audio per i jack di microfono e cuffie, oltre al pulsante di accensione e i LED di stato.

Quasi irraggiungibile, invece, il pulsante di reset, che risulta azionabile solo tramite l’ausilio di un ago o una graffetta.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 8 

Il resto della zona superiore è coperta da una griglia calamitata posta a protezione della seconda predisposizione per ventole, in grado di contenere fino a tre unità da 120 o 140mm.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 9 

Il retro del case rispecchia quello di molti altri case ATX e vede la presenza di un foro per l’I/O Shield affiancato da due guaine passa tubo ed una predisposizione per ventola da 120mm (già presente).

Poco più sotto, sette copri slot PCI traforati, diversamente dal solito, non sono affiancati da una griglia di areazione.

Sul fondo, infine, il vano alimentatore non dispone di bezel per l’installazione rapida, ma è protetto da un piccolo filtro antipolvere removibile.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 10  Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 11 

Quest’ultimo è visibile analizzando il fondo del prodotto che, come possiamo notare, non presenta particolari degni di nota, eccezion fatta per le due ampie basi d’appoggio dotate di piccoli inserti in gomma.

Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 12  Sharkoon BW9000-W 2. Esterno 13 

I pannelli laterali, infine, sono entrambi di ottima qualità e molto resistenti, compreso quello di sinistra che, nel BW9000-W, è dotato di finestra trasparente in plexiglas.

3. Interno

Passiamo quindi all’analisi della parte interna dello Sharkoon BW9000-W che, come possiamo notare, è verniciata completamente di nero.

Purtroppo, non è stata riposta la stessa cura sul rivestimento di alcuni cavi che, in prossimità dei connettori, lasciano a nudo fili di diversi colori.

Sharkoon BW9000-W 3. Interno 1 

La struttura interna è tutto sommato classica, spaziosa e ben partizionata.

Centralmente, la zona adibita al posizionamento della mainboard è ampia, dispone di un grande scasso per l’installazione rapida di dissipatori aftermarket per CPU ed è contornata da quattro asole passacavo di cui una, di dimensioni più generose, posizionata nelle vicinanze del vano alimentatore.

Sharkoon BW9000-W 3. Interno 2 

Sul frontale trovano spazio un nutrito numero di cestelli per il montaggio di drive, per la precisione due da 5,25″, uno per tre unità da 3,5″, uno per due da 2,5″, più un ultimo in grado di contenerne ulteriori due da 3,5″.

Le due predisposizioni da 5,25″ hanno un sistema di aggancio rapido per i lettori ottici od altri componenti delle medesime dimensioni.

Quella inferiore, inoltre, è in grado di ospitare anche un tradizionale Hard Disk o, tramite l’ausilio dello speciale adattatore visto durante l’analisi del bundle, una periferica da 3,5″ con accesso esterno.

Tutti i cestelli per drive di dimensioni inferiori, siano essi da 3,5″ o 2,5″, dispongono di slitte in plastica a sgancio rapido.

Sharkoon BW9000-W 3. Interno 3 

Per poter far spazio a schede video più lunghe di 293mm, il cestello per tre drive da 3,5″ può essere rimosso agendo su due viti con testa zigrinata in modo tale da avere ben 430mm a disposizione.

Sharkoon BW9000-W 3. Interno 4 

Rimuovendo la paratia destra possiamo contare circa 17mm per il passaggio dei cavi sul retro del piatto mainboard, uno spazio a parer nostro troppo esiguo.

Articolo creato 137

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto