????Hard Fork di Monero per combattere il mining con Asic e aumentare la privacy

La criptovaluta Monero ha avuto un altro hard fork e la nuova versione aggiornata è stata progettata per impedire il mining tramite chip ASIC (Application-Specific Integrated Circuit) e per aumentare la privacy.

Un hard fork è un cambiamento radicale del protocollo blockchain. Ciò richiede che tutti i nodi o gli utenti si aggiornino alla versione più recente del protocollo. In altre parole, un hard fork è una divergenza permanente nella blockchain, e i nodi che eseguono le versioni precedenti non saranno più accettati dalla versione più recente. Questo crea essenzialmente un bivio nella blockchain: un percorso segue la blockchain aggiornata, e l’altro percorso continua lungo la vecchia blockchain. In generale, dopo un breve periodo di tempo, quelli sulla vecchia blockchain si renderanno conto che la loro versione è obsoleta e rapidamente si aggiorneranno alla versione più recente.

Monero produce regolarmente hard fork circa due volte l’anno, alcune persone hanno chiamato questi hard fork semplicemente network upgrades. L’ultimo aggiornamento è avvenuto venerdì 6 aprile al blocco 154600. Tuttavia, poco prima dell’ultimo hard fork di Monero, altre cinque nuove criptovalute sono nate come hard fork di Monero. Includono Monero Original (XMO), Monero 0 (XMZ), MoneroC e Monero Classic (XMC). Inoltre, un altro fork di Monero, chiamato MoneroV, ha posticipato la data del fork al 30 aprile.

Alcune di questi nuovi hard fork di Monero mantengono la possibilità di essere minati utilizzando gli ASIC, mentre Monero stesso intende continuare a cercare di impedire il mining tramite questi chip. Monero ha cambiato l’algoritmo di proof-of-work hashing di CryptoNight per impedire ai miner di avere la possibilità di minare utilizzando ASIC. Le nuove funzionalità presenti nella versione aggiornata di Monero includono transazioni multi-firma, il supporto per il hardware wallet Ledger Nano S, così come una dimensione del ring estesa da 5 a 7 per migliorare la privacy degli utenti.

Monero è la principale criptovaluta incentrata sulla privacy e ha una capitalizzazione di mercato quattro volte più grande di ZCash. Fin dall’inizio la gente ha usato CPU e GPU per minare Monero, ma nel gennaio di quest’anno è sembrato che la gente avesse trovato il modo di usare gli ASIC per minare Monero. Bitmain e alcune altre società hanno annunciato il mese scorso di aver sviluppato i miner ASIC specificamente per mining di monete con l’algoritmo di hashing CryptoNight. Bitmain ha debuttato con l’Antminer X3, ma almeno altre due aziende hanno rilasciato i loro miner ASIC CryptoNight, tra cui PinIdea RR-200 e Halong Mining DragonMint X2 miner.

Il nuovo fork di Monero non include la protezione sui replay attack. Gli utenti che decidono di utilizzare fork come XMO, XMC e XMZ, possono anche finire per spendere le monete sulla blockchain di Monero. Questo tipo di fork può danneggiare la privacy degli utenti Monero. Alcuni fork possono anche essere attacchi volti a ridurre la privacy della rete Monero.

L’aumento delle dimensioni dell’anello di Monero dovrebbe compensare i problemi di tutela della privacy causati da questi nuovi hard fork. Dopo questi ultimi aggiornamenti della rete Monero, l’hashrate e la difficoltà diminuiranno significativamente. Gli sviluppatori di Monero stanno lottando per fermare la centralizzazione del mining. Per coloro che vogliono mantenere la massima privacy durante l’uso di Monero, sarebbe saggio non utilizzare i fork di Monero come XMO, XMC e XMZ, ma utilizzare solo gli hard fork ufficiali di Monero. Col tempo, le cose dovrebbero tornare alla normalità, gli attacchi di replay dovrebbero essere sempre meno probabili, ma se si utilizza Monero è importante prendere precauzioni per salvaguardare la propria privacy.

Articolo creato 137

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto